Comune di Ferrara

Istituto Comprensivo Alda Costa

Istituto

via Previati, 31 - 44121 - Ferrara
0532 205756
feic810004@istruzione.it

PRIMA AZIONE DEL PROGETTO VOLTI E MANI PARLANTI

di Susanna Losciale, curatrice del progetto

Il progetto “Volti e mani parlanti: l’interiorità dell’uomo attraverso i dipinti conservati nella Pinacoteca Nazionale del Palazzo dei Diamanti” fra i vincitori della V edizione del concorso regionale “Io Amo i Beni Culturali” è stato illustrato mercoledì 18 novembre a Bologna. durante il seminario presentazione degli esiti dei progetti realizzati per la precedente edizione.

Il progetto vi partecipa nella sezione musei e unisce gli intenti formativi dell’Istituzione scolastica capofila” Istituto Alda Costa” con quelli divulgativi dell’Istituzione culturale Pinacoteca di Ferrara. Il concorso regionale invita i musei e gli archivi a unirsi in partenariato con le scuole secondarie per presentare un progetto che valorizzi un museo, un archivio o un bene culturale presente sul territorio. Sotto la guida dei loro insegnanti, i ragazzi creano e realizzano campagne di comunicazione, organizzano mostre ed eventi, partecipano attivamente alla vita locale. Gli alunni di Ferrara coinvolti avranno tutto quest’anno scolastico per essere protagonisti di azioni mirate alla riscoperta della Pinacoteca e alla sua promozione. L’idea progettuale prevede che l’attenzione dei ragazzi sia stimolata a partire dalle sensazioni suscitate da un aspetto particolare dei dipinti: le mani e i volti dei soggetti raffigurati.

Successivamente alla presentazione ufficiale, martedì 24 novembre, si darà avvio al progetto con una riunione plenaria di tutti i partner presso la Pinacoteca a Palazzo Diamanti. L’incontro fra l’Istituto capofila “Alda Costa” e la Pinacoteca è coordinato dall’insegnante Susanna Losciale ideatrice del progetto con la dottoressa Anna Stanzani, presente per l’Istituzione museale.

Anna Stanzani condurrà una guida nelle sale della Pinacoteca evidenziando al gruppo di lavoro le opere più significative al tema proposto. Questo momento formativo concluderà la prima riunione fra tutti i partner. Interessanti e a più livelli di linguaggio sono le diverse attività progettate nelle classi dalle insegnanti con l’utilizzo dello spazio museale e gli interventi esterni previsti.

Prendono parte al programma dell’Istituto Comprensivo “Alda Costa” la scuola secondaria di primo grado “M.M. Boiardo” con le insegnanti Speranza Cataldo, Lina Marchetti e Erminia Sannini; le scuole primarie dell’Istituto comprensivo statale capofila , “Alda Costa”, “Alessandro Manzoni” e “Giovanni Battista Guarini” con le insegnanti Susanna Losciale, Claudia Titi e Patrizia Sgarbi. La scuola partner Liceo classico “Ludovico Ariosto” è presente con le insegnanti Caterina Pieri e Angela Pampolini. Intervengono nelle classi: l’ Archivio storico comunale con Beatrice Morsiani e Corinna Mezzetti; la Biblioteca comunale Ariostea con Angela Poli; “ARCH’è” Associazione culturale “Nereo Alfieri” con Silvana Onofri, la Home Gallery “MLB di Maria Livia Brunelli, l’Associazione “Autori Diari di viaggio” con Roberto Cariani, il gruppo “Musicoterapia” con Matide Pirazzini, Natashja Mazza e Giulia Murgia; cura la documentazione Maria Bonora; contribuiscono allo studio preselezionando i documenti fotografici utili L’Archivio del Liceo “L. Ariosto” con Alessandra Guidorzi e l’Archivio dei Musei di arte antica e storico-scientifici del Comune di Ferrara con Giovanni Sassu.

Protagonisti principali saranno però tutti gli studenti coinvolti, investiti del ruolo di animatori culturali, testimoni e futuri custodi dei beni nella nostra città.

Pagina aggiornata il 02-01-2016